Sportlive.it » Calcio » Guide sul calcio » Come Battere Un Calcio Di Punizione Centrale Dalla Lunga Distanza

Come Battere Un Calcio Di Punizione Centrale Dalla Lunga Distanza

Un calcio di punizione dalla distanza (da circa 30 metri) e da posizione centrale ha la condizione ineludibile che, se lo si vuole sfruttare come calcio diretto in porta e non come cross per i compagni, occorre che il tiratore sia dotato di un tiro assai potente. Tuttavia, è inevitabile che tale soluzione avrà basse probabilità di portare al gol. Ecco quindi un semplice schema che potrà alzare il tasso di pericolosità dell'esecuzione.
di marco707 1 luglio 2011
Difficoltà
come-battere-un-calcio-di-punizione-centrale-dalla-lunga-distanza
  1. Posizionamento L'esecutore della battuta (A) deve essere un tiratore reputato pericoloso nei calci diretti in porta dalla distanza (quindi dal tiro potente), in modo che la barriera sia composta da molti uomini (non meno di 4).
    Due uomini (B e C) devono posizionarsi tra il punto di battuta e la barriera, con l'intento presunto di nascondere le intenzioni dell'esecutore al portiere e ai componenti della barriera.
    Il giocatore D deve collocarsi in linea con la barriera sull'estremo destro o sinistro dell'area di rigore e altri quattro uomini dalla parte opposta dell'area, per richiamare l'attenzione di un pari numero di difensori.
    Due uomini resteranno più indietro a difesa del contropiede.
  2. Teoria Fare in modo che A, giocatore dotato di un temibile calcio, possa tirare in porta, non coperto dalla barriera, da posizione più ravvicinata rispetto al punto di battuta della punizione e con il pallone in movimento (che potrà garantire maggiore potenza al tiro). I giocatori B e C, che dovranno dare l'idea di ostacolare la visibilità al portiere in modo che egli non abbia una corretta visuale della direzione che prenderà il pallone, dovranno in realtà occultare il più possibile le reali intenzioni di A, da cui, fino all'ultimo, l'avversario dovrà aspettarsi un forte tiro diretto.
  3. Gli altri attaccanti dovranno fintare di essere intenzionati a ricevere il cross, ma in realtà dovranno rimanere completamente fermi, affinché anche i difensori restino incollati a loro per la marcatura e non si accentrino, ma, una volta che A avrà effettuato il tiro da una posizione dalla quale ci saranno buone possibilità di centrare la porta, dovranno essere pronti a scattare per approfittare di un'eventuale respinta corta del portiere.
  4. Esecuzione
    Il giocatore A prenderà una lunga e veloce rincorsa (allo scopo di dare l'idea di "caricare" la gamba per un tiro potente, ma anche al fine di arrivare già in velocità al susseguente scambio con B) e toccherà rasoterra verso B.
    B chiuderà la triangolazione con A, toccandogli il pallone lateralmente.
    A potrà così calciare in porta da una distanza inferiore rispetto all'originario punto di battuta e libero dal muro della barriera avversaria.
Ultime Guide e Articoli di Guide sul calcio
Hai trovato interessante questo articolo? Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Commenti dal 1 al 1
(1)

Francesco giovedì, 12 giugno 2014

Un solo tiro

Io batterei un solo tiro diretto in porta

n° 1
Boace domenica, 15 giugno 2014

R: Un solo tiro

io tirerei una bella castagna!