Sportlive.it » Europei 2012 » Buffon, scommesse milionarie: la Finanza indaga

Buffon, scommesse milionarie: la Finanza indaga

Rapporto della Guardia di Finanza sul portiere: avrebbe giocato 1,5 milioni, è nei guai perché tesserato
di Antonio Forina 31 maggio 2012

buffon-indagato-scommesseLa Procura di Torino ha chiesto a quella di Cremona la trasmissione di alcuni fascicoli sull'inchiesta relativa alle scommesse dopo aver ricevuto un rapporto della Guardia di Finanza in cui risultano alcuni grossi versamenti eseguiti da Gianluigi Buffon a una tabaccheria di Parma abilitata alle scommesse sportive.

Il portiere di Juve e Nazionale avrebbe girato al titolare dell'esercizio una somma di circa 1,5 milioni di euro in assegni da 50mila e 120 mila euro. L'istituto di credito che ha inviato la segnalazione ipotizza che il denaro possa essere servito per scommesse sportive. La 'molla' per le indagini è stata una telefonata intercettata circa un anno fa in cui Nicola Santoni, attualmente tra gli indagati, indica alcuni calciatori della Nazionale italiana (Cannavaro e Gattuso, oltre a Buffon) come forti scommettitori. Santoni aveva poi smentito davanti ai giudici quelle dichiarazioni, sostenendo di aver millantato conoscenze non in suo possesso.

La notizia potrebbe spiegare l'eccessivo nervosismo del portiere durante la conferenza stampa di ieri. Secondo i legali di Buffon i trasferimenti erano finalizzati esclusivamente alla tutela del patrimonio personale del calciatore. Va precisato che se anche venissero accertate responsabilità, le conseguenze riguarderebbero solo il lato sportivo: ai tesserati Figc è infatti fatto divieto di scommettere e il portiere potrebbe rimediare una squaliica. L'inchiesta non comporta alcun rischio sul piano penale; rebus sic stantibus, per lo meno.

Hai trovato interessante questo articolo? Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Commenti