Sportlive.it » Mondiali 2010 » Slovacchia-Italia, Mondiali 2010 Gruppo F

Slovacchia-Italia, Mondiali 2010 Gruppo F

Terza e ultima gara del Gruppo F per gli azzurri di Lippi al Mondiale in Sudafrica contro la Slovacchia. 24 giugno 2010 ore 16
di Redazione Sportlive.it 1 marzo 2010

JOHANNESBURG - L'Italia è fuori dalla Coppa del Mondo. Dopo trentasei anni la Nazionale azzurra esce al primo turno; l'ultima volta, nel 1974, andò fuori ad opera di Polonia e Germania. Stavolta la figura è ben più magra; il tre a due (VIDEO) conclusivo premia e promuove una Slovacchia apparsa comunque compagine assai modesta. Lo zero a zero fra Paraguay e Nuova Zelanda condanna gli uomini di Marcello Lippi all'ultimo posto - pienamente meritato - in un girone dipinto da tutti come più che abbordabile.

Eppure l'Italia parte benino: al 4' Iaquinta libera Di Natale che calcia malamente a lato di sinistro. La prima grande palla gol capita però ad Hamsik: il fantasista del Napoli, smarcato da Vittek in piena area, grazia Marchetti con un sinistro sballato. L'Italia prova a costruire gioco ma l'assenza di idee è più grave del previsto, mentre gli slovacchi si difendono senza affanni e provano a pungere in contropiede. Al 25' la doccia gelata: sulla trequarti De Rossi e Montolivo pasticciano e regalano palla a Kucka, il centrocampista serve Vittek che dal limite infila Marchetti con un millimetrico sinistro rasoterra. Gli azzurri non riescono a reagire e subiscono quasi passivamente la pressione avversaria: Marchetti deve salvarsi in corner sulla cannonata dalla distanza di Strba, poi Kucka sfiora il palo pochi secondi prima dell'intervallo.
Lippi cerca di dare un senso alla ripresa: si passa a una specie di 4-2-4 - il quarto modulo in tre partite - con Quagliarella e Maggio al posto di Gattuso e Criscito. Di Natale sbaglia una palla-gol, poi Lippi sacrifica Montolivo e ricorre a Pirlo. Qualcosa si vede: arriva il primo tiro azzurro nello specchio al minuto sessantadue con di Di Natale, il cuo destro dopo uno scambio con Quagliarella non dà grossi pensieri a Mucha. Al 67' il pari sembra cosa fatta: cross da destra di Pepe su cui Mucha esce a vuoto, la palla arriva a Quagliarella che batte a colpo sicuro ma trova lo stinco di Skrtel che salva sulla linea - o forse oltre, difficilissimo valutare. Due minuti dopo Stoch in contropiede a mette i brividi ma il suo destro finisce largo. Proprio mentre sembra possa accadere qualcosa arriva il due a zero, ancora con Vittek, lasciato liberissimo da Chiellini su un traversone dalla destra.  A riaccendere le speranze di pensa Di Natale al minuto 81: triangolo Quagliarella-Iaquinta, Mucha si oppone al destro del bomber di Castellammare ma non può nulla sul tap in di Totò. Ora l'Italia ci crede e all'85'il pari sembra cosa fatta, ma il gol di Quagliarella è annullato per un dubbio offside. A spegnere gli entusiasmi residui ci pensa il nuovo entrato Kopunek, che sigla il tre a uno approfittando di un errore grottesco della retroguardia. Nel recupero Quagliarella indovina il sette alla sua maniera, con uno spettacolare lob di destro da lontano, e all'ultimo istante del recupero Pepe fallisce clamorosamente il tre a tre - ma sarebbe stato un premio eccessivo per l'Italia deprimente di oggi. Sul rinvio di Mucha il triplice fischio del signor Webb sancisce l'addio al Mondiale, forse il più mesto nella storia del calcio italiano.

Mondiali 2010Gruppo F - Johannesburg, stadio 'Ellis Park', ore 16

SLOVACCHIA-ITALIA
3-2
RETE: 25' e 73' Vittek (S), 81' Di Natale (I), 89' Kopunek (S), 91' Quagliarella (I)

ITALIA (4-3-3) Marchetti, Zambrotta, Cannavaro, Chiellini, Criscito (46' Maggio), Gattuso (46' Quagliarella), De Rossi, Montolivo, Di Natale, Iaquinta, Pepe. C.t Lippi

SLOVACCHIA (4-4-2): Mucha, Pekarik, Skrtel, Durica, Zabavnik, Hamsik, Strba (87' Kopunek), Kucka, Stoch, Vittek, Jendrisek (94' ). Ct: V. Weiss

ARBITRO: Webb (Inghilterra; assistenti Cann e Mullarkey)
AMMONITI: Strba, Vittek, Mucha (S), Cannavaro, Quagliarella, Chiellini, Pepe (I)

La nuova Italia di Prandelli: quali giocatori scegliere? mondiali_footer

Classifiche di tutti i gironi (A-H)

Calendario Mondiali 2010: formato Pdf da scaricare gratis!  

Mondiali in Tv: le partite in chiaro sulla RAI

Classifica marcatori Mondiali 2010





Hai trovato interessante questo articolo? Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Commenti dal 24 al 28
(28)

The best mercoledì, 19 gennaio 2011

raga dobbiamo crederci

uei raga,dobbiamo ricordare che quattro anni fa i mondiali li ha vinti l'italia con allenatore lippi.quindi non possiamo stare a criticare un allenatore quando fa un errore,anche il brasile che e fortissimo e stato squalificato,comunque e un gioco e qualcuno doveva perdere.a me dispiace che lippi non e più l'allenatore dell'italia,però la colpa c'è la anche lui,non ha convocato dei giocatori forti come:del piero,totti,cassano,grosso e cosi via.quest'anno i mondiali hanno fatto pena non perchè l'italia ha perso ma perchè della squadre fortissime hanno perso contro della squadrucce dell'oratorio!!!!che pena!ciao ha tutti da the best e vecchia pellaccia

n° 28
latte miele venerdì, 25 giugno 2010

ma vieni, l'italia perde dehihoho

brasile fa schifo, germania non ti dico, italia al gabinetto,argentina il mondiale...
muhahahaha.
l'italia perde hahahaha
evai che squadra di m****
:PPPPPPP

n° 27
toti giovedì, 24 giugno 2010

scelte sbagliate, altro che motivazioni

Lippi ha sbagliato quasi tutto: scegliere giocatori solo per il gruppo o per la duttilità è un criterio da non adoperare mai. Lo specialista d'aria di rigore anche se non torna serve perchè sa segnare che è la finalità del calcio. Persino Toni che nessuno ha nominato poteva indovinare una zuccata, così come Borriello un tiro al volo, Miccoli una discesa, Cassano con un assist, Balotelli con un gran tiro.
Nonostante i pseudo centrocampisti il gioco non si è visto, quindi Lippi non ha ottenuto neanche l'obiettivo minimo: è ovvio senza attaccanti che danno profondità il centrocampo si appiattisce e non crea.
Infine come fa a dire: gli avversari sono scesi 1 sola volta e hanno segnato se quella volta è lo stopper che non sa stoppare?
La prima partita non gli ha insegnato niente, la seconda nemmeno e la terza? Ha parlato di tutto tranne che di scelte.

n° 26
Luca giovedì, 24 giugno 2010

giocatori inutili

Sicuramente Lippi avrà fatto i suoi errori,ma anche la Porto Recanati calcio avrebbe saputo giocare meglio al calcio....Lippi è l'allenatore che ci ha fatto vincere un mondiale e già ve lo siete scordati, ci ha fatto vincere anche se nessuno ha brillato nei mondiali del 2006, per caso in quei mondiali è emerso qualcuno come baggio ai tempi o ancora più indietro paolo rossi??Qualcuno si è distinto ai mondiali 2006..no ha vinto la squadra anche se c'erano grandi campioni come del piero o totti, che sinceramente non hanno fatto molto. Lippi si assume le sue responsabilità, ma non si può giocare contro la nuova zelanda o la slovacchia in un modo così orribile e con la paura, stando fermi in mezzo al campo, alla fine scendono in campo i giocatori non l'allenatore ed in campo oggi sono scesi dei birilli con la strizza nei piedi. Cassano o Ballottelli credo si sarebbero fatti espellere alla prima partita, lasciate stare, quello che manca all'italia sono grandi giocatori, che abbiamo classe ma anche personalità,mancano già da parecchi anni ormai i paolo rossi ,i baggio,i maldini, i del piero,grandi campioni nel giocare a calcio e nel sapersi comportare. La nazionale gioca male da svariati anni, se così non fosse non ci saremmo di certo fatti la fama di quelli che hanno culo e che vincono le partite o passano i turni grazie alla fortuna. Alla fine bisogna essere anche sportivi oltre che tifosi e vedere quanto male giocano a calcio i giocatori italiani e se le squadre italiane ottengono dei risultati è solo grazie a grandi campioni stranieri, bisogna ripensare completamente il calcio, investire nel calcio italiano, tornate a scoprire talenti italiani se si vuole fare bella figuara e meritarsi la vittoria negli europei, nei mondiali e nelle altre competizioni.

n° 25
stefano1999 giovedì, 24 giugno 2010

vergogna

niente campioni a casa?,allora CASSANO-BALOTELLI-BORRIELLO-TOTTI ecc. la coppa non l"hanno persa i giocatori ma l"hai persa tu caro lippi

n° 24
davide giovedì, 30 settembre 2010

R: vergogna

Quanto ti do' ragione Lippi per me ai mondiali di 4 anni fa era un idolo, ma non convocare Cassano per un problema famigliare e' una cazzata assurda...gia non avevamo tutti i campioni del 2006 (tanto per citarne neanche la metà della metà: Del Piero, Totti, Toni, Grosso,...) in piu' non convocare altri campioni come hai citato tu Cassano, Balotelli, Borriello non e' una cosa da allenatore professionista...cmq sono contentissimo che sia arrivato Prandelli

The best mercoledì, 19 gennaio 2011

R: R: vergogna

hai ragione,almeno balotelli potevo convocarlo!!!!!!!