Sportlive.it » Motori » Webber bacchetta la Ferrari

Webber bacchetta la Ferrari

L'australiano parla dell'ultima decisiva gara di Abu Dhabi, scuotendo il capo per come la Rossa ha gestito la corsa
di Vito Graffeo 16 novembre 2010

webber340Uno dei delusi di Abu Dhabi, oltre ad Alonso è sicuramente Mark Webber. L'australiano esprime il proprio giudizio sulla gara e sugli episodi chiave dell'ultima corsa stagionale. Con l'altra Red Bull di Vettel partita benissimo e diventata imprendibile, la scuderia austriaca ha optato per una sosta in apparenza tecnica, ma poi rivelatasi prettamente tattica. Webber aveva sfiorato un guard-rail dopo che la Safety Car aveva abbandonato la pista. Alcuni dati di telemetria e i rilievi cronometrici hanno indotto il team alato a chiamare Webber per uno stop ufficialmente precauzionale. La due Rosse erano davanti (Alonso) e dietro (Massa) al pilota oceanico: il team di Maranello ha traballato nello scegliere la strategia, trovandosi impreparata a gestire una sosta inattesa dei rivali. Prima Alonso, poi Massa sono stati chiamati in pit-lane con l'obiettivo di lasciarsi alle spalle Webber. A nulla è valso tutto ciò, poiché le monoposto si sono ricollocate con lo stesso ordine. La cosa più grave è che in tutta la gara non ci sono state evoluzioni. Webber così dice la sua al riguardo: "La mia uscita doveva avere in teoria effetti attorno a metà gara, loro però hanno fatto male ad uscire subito. Erano al 4° e 5° posto con il titolo in mano ad Alonso. Alla fine la scelta del team ha privilegiato Vettel, ma la Ferrari ha fatto male ad imitare il mio percorso".


Hai trovato interessante questo articolo? Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Commenti